Luca Princiotta

Luca Princiotta by Martin Black
Luca Princiotta – chitarra

Luca Princiotta è, dal 2006, il chitarrista della band. Fa inoltre parte dei dei Clairvoyants, heavy-metal band italiana.

Luca è nato a Como il 12 luglio 1982. Dal ’90 al ’92 prende lezioni di piano. A 10 anni incomincia a suonare la chitarra classica e a seguire le prime lezioni presso la scuola Seddio di Lugano (CH).

Dopo un anno la passione cresce e decide di passare alla chitarra elettrica studiando, per circa 5 anni, da autodidatta.

Nel ’98 frequenta la scuola Sound Check di Como studiando per due anni con l’insegnante Stefano Di Fonzo, apprendendo nozioni di armonia e iniziando a conoscere i linguaggi Jazz e Blues.

Nel ’99 partecipa alla manifestazione-seminario di approfondimento musicale Mister Jazz a Ravenna: full immersion di tre giorni sotto la guida del grande chitarrista Scott Henderson.

Dal 2001 al 2003 studia presso la scuola civica di Como Nerolidio frequentando il corso professionale, dove segue le lezioni di chitarra con Beppe Pini, di teoria e solfeggio con Antonio Cervellino e di musica d’insieme con Alberto Viganò. Tra il 2004 e il 2006 ha studiato con il jazzista Alessio Menconi.

A settembre 2007 decide di iscriversi al CPM di Milano dove si diploma l’anno successivo.

In passato ha fatto parte per tre anni della band di Blaze Bayley, ex cantante degli Iron Maiden, e ha collaborato con numerosi artisti internazionali come Andre Matos (ex Angra), Jorn Lande (ex Malmsteen), Chris Caffery (Savatage), Dennis Stratton (ex Iron Maiden), solo per citarne alcuni.

La sua intensa attività live l’ha portato a suonare nelle più importanti città internazionali come New York, Los Angeles, Toronto, Londra, Mosca, Madrid, San Paolo, Buenos Aires, Pechino, Roma e molte altre.


Up, close & personal…

  • È alto 180 cm
  • La canzone di Doro che preferisce è Fight For Rock
  • Nel tempo libero ama leggere, guardare un film e suonare la sua chitarra
  • Tre cose che non gli piacciono sono il razzismo, i treni affollati e quando la gente si esprime male
  • Le cose che lo ispirano artisticamente sono i viaggi, le buone notizie, conoscere nuova gente e le belle giornate
  • Ama la cucina italiana
  • Il suo libro preferito è 1984 di George Owell
  • La peggiore cosa che ha fatto da ubriaco è stata guidare, probabilmente contromano, un furgoncino in Inghilterra
  • La sua peggiore abitudine è fare troppe domande
  • La città più interessante in cui è stato è Las Vegas
  • La sua anima gemella è qualcuno che non infastidisce gli altri e che guarda al futuro con positività
  • Il suo obiettivo nella vita è continuare a suonare fino alla fine dei suoi giorni
  • Il regalo più bello che ha ricevuto dai fan è stata una pizza fatta di caramelle